About

Isacco Emiliani (Faenza, 1991, vive e lavora principalmente in Italia) racconta storie di luoghi incontaminati, e delle persone che li abitano, affrontando mediante progetti a lungo termine temi di natura antropologica, ambientale e culturale attraverso la fotografia e il video.
Dopo il diploma in grafica pubblicitaria e la partecipazione in corsi di fotografia tenuti da docenti del calibro di Chris Burkard e Sarah Leen, il suo cammino professionale e artistico è stato fin dal principio rivolto alla collaborazione con numerose realtà, tanto aziendali quanto non-profit – al fine di sensibilizzare e responsabilizzare alle cause sociali e ambientali attraverso il racconto della pura bellezza del pianeta.
Fotografo per Euro Company, di cui ha raccontato la filiera controllata ed etica mediante documentazioni firmate in tutto il mondo, dal 2016 è autore del progetto personale e continuativo Arctic Visions, collana di fanzine che racconta le regioni artiche sensibilizzando il fruitore alla loro congenita bellezza e fragilità (White Finland, 2017; Prehistoric Norway, 2018; Native Alaska, 2019; No man’s land – Svalbard, 2020).
I suoi lavori fotografici sono stati segnalati e pubblicati da numerosi media, su scala nazionale e internazionale – tra cui Geo (Rai 3),  Il Provinciale (Rai 2), Radio Deejay, GQ, The Pill magazine, LifeGate, Dove Viaggi, La Stampa, Artwort, Il Sole 24h, 361 Magazine – e presentati in rinomati luoghi espositivi tra i quali la Casa della Cultura (Funzilla Fest, Roma, 2017, 2018), il MIC Museo Internazionale delle Ceramiche (Faenza, 2018),
l’Oasi Dynamo (Pistoia, 2019), il Winter Film Tiny Festival (Bergamo, 2020).