BACK TO FIELDWORK: SELVATIQ

17 Ottobre 2019

Prosegue la storia per raccontare l’arte del foraging, l’arte di raccogliere quel cibo selvatico trovato in natura, come piante, frutti, semi, radici spontanee su incarico di Selvatiq con Valeria Margherita Mosca.
Il sottobosco è da sempre un luogo che amo, i suoi odori, l’aria fredda e quelle luci che filtrano come spettri di vita. ⁠
Vita, perchè il sottobosco è pieno di vita, una vera e propria esplosione.⁠
Una biodiversità delle nostre colture antiche, un materiale genetico autoctono di organismi, di pratiche culturali che mantengono la nostra identità per una salvaguardia ambientale.⁠